antifurto per tapparelle

Se abbiamo installato nella nostra casa delle tapparelle con sistema oscurante, possiamo provvedere in maniera più corretta per la sicurezza installando un apposito antifurto per tapparelle. Quest’ultimo costituisce un sistema antintrusione che va bene per le serrande e per le saracinesche. Proprio per questo è molto utile anche per proteggere il box dedicato all’auto. Questo antifurto funziona grazie alla presenza di diversi sensori montati sulle tapparelle. I sensori hanno il compito di registrare il movimento delle tapparelle verso l’alto o verso il basso e possono anche registrare gli eventuali strappi o tagli. Ma scopriamone di più su questo antifurto per tapparelle.

Le diverse tipologie di sensori: a cordino e wireless

L’antifurto per tapparelle si può distinguere anche a seconda dei differenti tipi di sensori antintrusione che vengono utilizzati. La prima tipologia è costituita dall’antifurto che presenta i sensori a cordino. Il cordino è costituito da un filo di nylon che è lungo circa tre metri e che deve essere installato all’interno del cassonetto delle tapparelle. Il filo è collegato ad un gommino. Ad ogni movimento della tapparella, il sensore si muove e determina lo scatto dell’allarme.

Esistono sistemi di questo tipo che possono essere collegati con i fili, ma anche sistemi che funzionano senza fili grazie alla batteria.

Una seconda tipologia, invece, è costituita dai sensori wireless, che hanno di solito un sistema radio incorporato. Questi sensori possono essere montati direttamente sugli infissi. Quindi non è necessario andare ad agire sui cassonetti degli avvolgibili, perché si possono installare senza ricorrere a lavori troppo invasivi.

Le altre tipologie di sensori: ad asta e a rotella

Oltre a queste che abbiamo descritto, abbiamo altre tipologie di antifurto per tapparelle, sulle quali bisogna soffermarsi e che vanno distinte proprio in base ai sensori utilizzati.

Per esempio ci sono i sensori ad asta, che sono in grado di rilevare il movimento delle tapparelle verso l’alto. L’asta viene montata all’interno del cassonetto ed è collegata al rullo. Quando questo si muove l’asta fa scattare un pulsante che attiva l’allarme.

Inoltre dobbiamo ricordare i sensori a rotella, che sono detti anche a scorrimento. Essi vengono montati sul controtelaio esterno dell’infisso, hanno dimensioni ridotte e si installano molto facilmente.