il blog dedicato ai sistemi di videosorveglianza e antifurto

Category: videosorveglianza (Page 1 of 34)

Telecamera con SIM: come funziona e i vantaggi

Chi vuole badare alla sicurezza della propria abitazione o della propria attività commerciale non dovrebbe trascurare di installare una telecamera con SIM. Si tratta di una soluzione molto innovativa che potrebbe andare bene per esempio in tutte quelle abitazioni non coperte dall’ADSL, dalla fibra oppure in cui non sono presenti linee telefoniche. Ma di che cosa si tratta esattamente quando parliamo di telecamera con SIM? Ci riferiamo ad un dispositivo molto innovativo, che rappresenta una soluzione in più per avere la tranquillità di stare in sicurezza anche quando siamo assenti per un periodo dalla nostra abitazione. Cerchiamo di capire esattamente come funziona la telecamera con SIM, per poi renderci conto di come sia davvero una soluzione utile come sistema di sicurezza.

Che cos’è una telecamera con SIM

La telecamera con SIM funziona come una telecamera tipica del sistema di videosorveglianza. Al suo interno contiene una SIM come quella che comunemente utilizziamo sul nostro smartphone. È attraverso proprio questa SIM che la telecamera può comunicare con i dispositivi mobili, come per esempio il nostro cellulare o il nostro tablet, e inviarci in ogni momento le immagini di tutto ciò che succede in casa nostra, anche quando siamo lontani.

Possiamo avere la comodità di monitorare in ogni momento le aree protette della nostra casa, in modo da stare sicuri sul fatto che non ci siano intrusioni da parte di malintenzionati e in modo da evitare di subire dei furti.

L’incredibile vantaggio della telecamera con SIM

Rispetto ad una comune videocamera per la videosorveglianza, la telecamera con SIM ha un vantaggio davvero incredibile. Infatti, anche se un ladro si introduce nella nostra abitazione quando noi siamo assenti e cerca di disattivare la corrente elettrica, comunque la telecamera con SIM continua a funzionare, quindi si può trasmettere in diretta tutto ciò che avviene in casa nostra.

Questo consente di intervenire tempestivamente, sia per quanto riguarda le forze dell’ordine oppure con persone di nostra fiducia che vadano a controllare. In questo modo i furti saranno certamente più facili da contrastare. Ecco perché sempre più si affidano a questa telecamera con SIM, considerata uno dei più validi sistemi di sicurezza oggi disponibili in commercio.

Perché è importante la videosorveglianza con app

La tecnologia all’avanguardia, quella di cui disponiamo oggi, è entrata pienamente a far parte dei sistemi di sicurezza per la casa. Infatti in questo senso non possiamo trascurare alcuni sistemi tecnologici contemporanei, che ci aiutano a difenderci dalle intrusioni indesiderate e quindi costituiscono un punto di riferimento per riuscire a sventare i furti. È un problema molto sentito, anche perché negli ultimi anni sono aumentati i furti nelle abitazioni nel nostro Paese. Così almeno affermano i dati che abbiamo a disposizione, che danno l’allarme su un fenomeno che non è assolutamente da trascurare. Per questo motivo la videosorveglianza con app può rappresentare una delle frontiere all’avanguardia da tenere in considerazione, se si vuole essere sicuri di stare tranquilli anche quando siamo assenti dalle nostre abitazioni per periodi più o meno lunghi.

Come funziona la videosorveglianza con app

per capire come funziona la videosorveglianza con app e perché si rivela molto utile, dobbiamo tenere conto del fatto che ormai i dispositivi mobili come smartphone e tablet sono utilizzati da moltissimi utenti. Tutti hanno il proprio smartphone quando si allontanano da casa e per questo possono utilizzarlo anche come sistema integrato per la videosorveglianza.

Sia che si disponga di un dispositivo iPhone che di un dispositivo Android, è possibile installare delle comode applicazioni che, controllate da remoto, riescono ad inviare su dispositivo mobile le immagini riprese dalle videocamere che abbiamo installato in casa come strumento di sicurezza.

In questo modo possiamo monitorare costantemente ciò che avviene in casa anche durante la nostra assenza e intervenire tempestivamente in caso di intrusioni sospette, avvisando anche le forze dell’ordine. Si tratta certamente di una comodità che può aiutarci a contrastare i furti e le intuizioni indesiderate da parte di malintenzionati.

Perché è utile la videosorveglianza con app

Da quello che abbiamo detto si riesce a capire benissimo come la videosorveglianza con app può essere davvero molto utile. Infatti anche in nostra assenza abbiamo la possibilità di monitorare attimo per attimo ciò che avviene in casa nostra attraverso le immagini che ci vengono inviate direttamente sul dispositivo mobile di cui siamo in possesso.

Tra l’altro il sistema di videosorveglianza con le app presuppone anche dei sistemi di alert, che ci inviano messaggi ogni volta che avviene qualcosa di sospetto, in modo che possiamo attivarci subito.

Videosorveglianza o videoverifica? Le differenze tra i due sistemi

Videosorveglianza o videoverifica? Potrebbero sembrare due concetti uguali o molto simili, eppure dobbiamo vedere quali sono le differenze specifiche fra i due concetti. Essere consapevoli in questo senso significa avere la possibilità di scegliere con più attenzione i sistemi per la sicurezza in casa. Oggi, fra gli strumenti più all’avanguardia per aumentare il livello di sicurezza, ci sono le videocamere di videosorveglianza. Ma quanto possono essere utili? Di certo costituiscono un elemento di grande importanza, ma bisogna considerare anche le loro specifiche funzioni. Cerchiamo di vedere in maniera dettagliata di che cosa si tratta.

La videosorveglianza punta sempre sugli avvisi?

Le telecamere per la videosorveglianza sono molto importanti, perché, attraverso le immagini che riprendono e che registrano, sono in grado di darci un monitoraggio completo della situazione a casa nostra.

Infatti di solito il sistema per la videosorveglianza è dotato di specifiche applicazioni anche per smartphone che ci permettono di vedere sempre ciò che accade in casa, anche quando siamo lontani, tramite il nostro dispositivo mobile.

In questo modo, se ci accorgiamo di un tentativo di furto, possiamo intervenire più tempestivamente. Ma come facciamo ad intervenire?

Tutto si basa sugli avvisi che il sistema può mandare alle forze dell’ordine, anche se dobbiamo dire da questo punto di vista che non è detto che ci debba essere necessariamente un avviso rivolto direttamente alle forze dell’ordine. Tutto sta alla base delle nostre esigenze personali.

Come funziona la videoverifica

Per quanto riguarda la videoverifica, invece, occorre che ci sia sempre un collegamento con degli esperti. Si tratta di attivare un avviso video che segnala l’attivazione dell’allarme. Sono poi gli esperti che hanno il compito di constatare se l’avviso di allarme corrisponda a verità oppure no.

In questo modo, è chiaro che attraverso il servizio di videoverifica si possono evitare o comunque ridurre di molto i falsi allarmi che spingono ad intervenire anche quando non ce n’è la necessità.

Infatti, saranno i professionisti della sicurezza ad effettuare le specifiche verifiche sul caso e decidere se intervenire. Attualmente il problema dei falsi allarmi è molto sentito, per cui questi sistemi di videoverifica possono essere davvero considerati molto utili ed importanti.

Telecamere di sicurezza: tutti i vantaggi se abbinate all’antifurto

Le telecamere di sicurezza rappresentano uno dei punti di riferimento della moderna tecnologia per tutto ciò che riguarda la sicurezza in casa. Infatti se vogliamo aumentare il livello di sicurezza andando anche oltre l’antifurto, possiamo installare le telecamere che ci consentono anche da remoto di avere una visione di ciò che accade in casa in qualsiasi momento. Infatti esistono delle telecamere di sicurezza che si possono integrare al sistema di allarme che abbiamo scelto per la nostra abitazione. Basta installare queste telecamere nei punti che riteniamo essere più vulnerabili e possiamo anche allontanarci, avendo sempre la situazione sotto controllo.

Le caratteristiche delle telecamere di sicurezza

Ma come fare a scegliere i prodotti più adatti per la nostra abitazione? Bisogna sempre puntare a delle specifiche tecniche molto importanti. Innanzitutto dovrebbero garantire sempre un’elevata qualità visiva, almeno una risoluzione Full HD di 1080 pixel con zoom digitale.

Essenziale è anche la possibilità di ricorrere alla visione notturna con definizione dei colori anche al buio. Potrebbero essere utili anche un altoparlante e un microfono HD, in quanto il sistema audio si rivela indispensabile.

Se abbiamo la necessità di installare le telecamere di sicurezza all’esterno dell’abitazione, queste dovrebbero essere costruite in modo da essere resistenti alle intemperie, alla polvere e alle alte temperature.

Inoltre le telecamere di sicurezza che scegliamo per la nostra casa, per essere perfette, dovrebbero avere anche una sirena integrata, uno spazio cloud privato illimitato per l’archiviazione delle immagini e l’app per il controllo da remoto.

I vantaggi delle telecamere di sicurezza

Le telecamere di sicurezza connesse all’antifurto consentono di avere parecchi vantaggi, perché sono sicure, aumentano il livello di controllo e possono essere installate ed utilizzate in maniera molto pratica e intuitiva.

Non occorre avere delle competenze specifiche in ambito tecnologico per potersi servire di questi strumenti. Inoltre, proprio per rispondere alle esigenze di una più ampia personalizzazione, si possono installare soltanto in alcune zone o si possono rivolgere le inquadrature in base alle preferenze individuali.

Con il microfono e l’altoparlante si può comunicare con chi si trova dall’altra parte e per esempio tutto ciò può essere molto utile, anche per parlare con gli ospiti o con eventuali corrieri.

Telecamere bullet: come fare la scelta giusta

Si sente parlare a volte di telecamere bullet, ma sappiamo veramente di che cosa si tratta nello specifico? E quali sono tutti i vantaggi di questa tipologia di telecamera per i sistemi di videosorveglianza? Andiamo ad analizzare le caratteristiche delle telecamere bullet e cerchiamo di comprendere nello specifico come funziona questa tipologia di telecamere per la sicurezza, in casa o nel luogo di lavoro. Teniamo conto naturalmente della possibilità di progettare un impianto dall’inizio o di aggiornare un sistema già presente e, in base alle necessità, procediamo con ciò che più riteniamo utile.

Cosa sono le telecamere bullet

Le telecamere bullet sono dei dispositivi che hanno la forma tipica di un cilindro. Anche se la forma di queste telecamere è riconosciuta in modo molto semplice per le sue caratteristiche peculiari, la tecnologia che sta alla base di questi strumenti può variare molto.

Queste telecamere di videosorveglianza possono essere installate sia all’interno o all’esterno di un edificio. È però essenziale tenere in considerazione il luogo in cui saranno installate prima dell’acquisto, perché ci sono dei modelli dotati di tecnologie che permettono di essere riparati perfettamente dagli agenti atmosferici. Esistono poi degli altri modelli pensati per gli ambienti interni, che riescono a puntare sull’efficienza e sul risparmio.

Quale telecamera scegliere?

Generalmente le telecamere bullet hanno a disposizione dei LED infrarossi, che sono in grado di effettuare delle riprese anche in condizioni di assenza di luminosità, anche nel corso delle ore notturne.

Per scegliere la telecamera di questo tipo che maggiormente corrisponde alle esigenze che si vogliono soddisfare è possibile effettuare una serie di valutazioni. Innanzitutto bisogna tenere conto del sensore CCD, che in genere è misurato in pollici. Con valori più elevati si è in presenza di telecamere di alta qualità.

C’è poi la questione della lente, che consente di effettuare lo zoom delle immagini tenendo conto del sensore CCD a disposizione e degli obiettivi che si vogliono raggiungere.

Infine è possibile valutare la risoluzione, un valore che viene misurato in pixel e che consente di comprendere quanto è precisa l’immagine. In questo modo è possibile usare l’immagine proprio per procedere con il riconoscimento di eventuali malintenzionati che potrebbero introdursi nel nostro spazio privato.

Telecamera cloud: cos’è e perché è utile

Avere in casa o nel luogo di lavoro un sistema antifurto avanzato dal punto di vista tecnologico è fondamentale. Poter contare su un sistema di allarme per un’abitazione o per un edificio dedicato ad un’attività commerciale o lavorativa in generale è essenziale, anche perché attualmente sono davvero tante le possibilità che vengono messe a nostra disposizione. Le innovative tecnologie forniscono oggi davvero tante opportunità sul mercato, tenendo conto delle esigenze degli utenti. A questo proposito non possiamo non parlare della telecamera cloud, una tipologia molto particolare di telecamera di sicurezza, che è collegata in genere a dispositivi intelligenti e ad un archivio cloud. Vediamo di che cosa si tratta nello specifico.

Perché è utile il cloud

Quella del cloud è un’innovazione molto interessante, uno spazio dedicato all’archiviazione di contenuti attraverso la rete. A questo spazio si può accedere proprio tramite una connessione ad internet attraverso un account personale, in qualsiasi momento se ne presenti la necessità.

Predisporre un sistema di videosorveglianza cloud con telecamere connesse alla rete significa mettere in atto la possibilità di acquisire un controllo specifico dei device collegati al sistema, come le telecamere o anche i microfoni. Ci riferiamo in particolare alle telecamere IP, che funzionano effettuando le registrazioni attraverso una connessione alla rete e un software che si trova su una piattaforma esterna, sul cloud. Proprio sull’archivio esterno vengono conservati i filmati prodotti.

I vantaggi delle telecamere connesse in cloud

Sono numerosi i vantaggi delle telecamere cloud, a partire dal fatto che garantiscono un’ampia accessibilità delle registrazioni. Queste ultime vengono conservate su piattaforme esterne alle quali si può accedere in qualsiasi momento, evitando allo stesso tempo delle manomissioni nei confronti dei dispositivi stessi.

C’è un controllo da remoto delle telecamere, visto che è possibile accedere ai filmati direttamente senza l’utilizzo di software esterni, basandosi su un browser sullo smartphone o su un computer. Inoltre è possibile effettuare una programmazione del sistema attraverso delle app, con la possibilità di gestire interamente il funzionamento delle telecamere di sicurezza o di altri rilevatori presenti e collegati al sistema, anche se non si è fisicamente presenti nel luogo sottoposto a monitoraggio e a protezione attraverso l’antifurto e l’impianto di videosorveglianza.

Telecamere a circuito chiuso: tipologie e come funzionano

Scopriamo come funzionano le telecamere a circuito chiuso. Infatti i sistemi di videosorveglianza di questo tipo sono altamente consigliati per aumentare il grado di sicurezza nell’ambiente domestico. È importante installare delle telecamere di videosorveglianza in casa o nel luogo di lavoro, per avere l’opportunità di salvaguardare le persone che fanno parte del nostro ambito familiare, della nostra attività o le cose e il denaro contenuti nei luoghi che vogliamo proteggere. Molti ricorrono proprio all’installazione di telecamere a circuito chiuso.

Che cosa sono le telecamere a circuito chiuso

Le telecamere a circuito chiuso fanno parte di un sistema composto da più telecamere che danno la possibilità di riprendere un’immagine e di trasmetterla su un certo numero di monitor o di utilizzarla tramite un numero definito di videoregistratori.

In genere i sistemi a circuito chiuso si differenziano in due tipologie, che sono TVCC e CCTV. Ma perché si dicono a circuito chiuso e perché ci sono quei sistemi a circuito aperto? Anche tutto ciò va precisato, intendendo come sistema a circuito aperto quell’insieme di telecamere che, attraverso l’utilizzo di credenziali come indirizzo IP e password, permettono a chiunque di accedere e di vedere da remoto sia le immagini registrate che quelle riprese dalle telecamere in tempo reale.

La differenza fra le varie tipologie

Che differenza c’è fra i sistemi a circuito chiuso TVCC e CCTV? I sistemi di telecamere a circuito chiuso TVCC costituiscono dei sistemi di sicurezza passiva. Il loro compito in genere è quello di registrare immagini 24 ore su 24. Si dimostrano dei sistemi molto utili nel caso in cui si ha la necessità di monitorare determinati luoghi che sono oggetto di atti vandalici, di furti o di intrusioni.

Poiché le immagini vengono registrate costantemente, non si deve fare altro che analizzare ciò che è stato registrato, per cercare di avere informazioni in più su ciò che accade.

I sistemi a circuito chiuso CCTV, invece, vengono utilizzati soprattutto per delle zone che devono essere monitorate costantemente. Solitamente risultano piuttosto utili in aree importanti, come aeroporti, stazioni, banche. In genere per questo tipo di monitoraggio si utilizzano delle telecamere molto sensibili, che sono in grado di attivarsi anche quando c’è una differenza di illuminazione.

Page 1 of 34

Privacy, cookie policy e conformità GDPR

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén