Rispondere quando non si è in casa: videocitofono DoorBot 4.50/5 (90.00%) 5 voti

Può capitare a chiunque che qualcuno debba entrare in casa ma non siete presenti in quel momento per aprire la porta, magari a causa di un contrattempo o ancora perché avete dimenticato di dargli le chiavi: i motivi possono essere svariati, e per dare risposta a questo tipo di necessità, sul mercato dei prodotti per la sicurezza è presente un apparecchio che consente di facilitare gli unti nella gestione di queste situazioni: si tratta del “DoorBot”, un videocitofono che si collega ad internet. L’utilità di questo dispositivo sta nel fatto che può essere comandato comodamente da remoto tramite il proprio Smartphone o il Tablet. Il DoorBot è dotato di una telecamera di videosorveglianza, e permette di riconoscere chi sta citofonando alla porta ed eventualmente anche di aprirgli se siete distanti grazie al collegamento alla rete internet.

Vediamo insieme quali sono i requisiti e le funzioni di questo apparecchio innovativo. Il videocitofono Doorbot è costruito in alluminio per poter essere resistente alle intemperie, pensiamo alla nebbia fitta, alla pioggia battente, alla grandine, al forte vento ed alle alterazioni della temperatura, e può essere installato su qualsiasi impugnatura di una porta. In più, grazie ad un meccanismo denominato Lockitron (quest’ultimo si compra eventualmente a parte), va ad inserirsi alla serratura in maniera perfetta. È inoltre fornito di una batteria in grado di ricaricarsi in modo facile ed automatizzato tramite un semplice cavo USB.

Facciamo ora un esempio pratico sul funzionamento di questo videocitofono: qualcuno pigia sul citofono, e Doorbot, che come detto prima è connesso ad internet tramite tecnologia wireless (senza fili) grazie ad un router montato all’interno della casa, fa partire un allarme sonoro direttamente al vostro Smartphone (ovviamente connesso ad internet) grazie all’App precedentemente installata, disponibile sia per Android che per Apple. Dunque, in quell’istante riceverete uno squillo: quando si risponde a questo segnale, il Doorbot innesca in diretta l’invio delle immagini grazie al funzionamento della telecamera di videosorveglianza. In tal modo non solo potete vedere chi c’è davanti il portone di casa, ma altresì dialogarci grazie al microfono integrato.

Detto, ciò, ed avendo tutte queste utili informazioni, potrete decidere se aprire o no la porta d’ingresso. Ovviamente le circostanze nelle quali il videocitofono Doorbot risulta utile sono davvero tante: basta riflettere sul fatto che questo apparecchio può rappresentare un ottimo deterrente per ladri e vandali: un malfattore, infatti, potrebbe decidere di citofonare per capire se qualcuno è realmente presente nella vostra casa, ed in tal caso voi potrete rispondere anche se siete lontanissimi e far desistere i malviventi dalle loro cattive intenzioni.

Doorbot è stato ideato, progettato e creato per via di una raccolta fonti chiamata “crowd funding”, realizzata in seno ad un progetto di due autori giovani e brillanti. Attualmente questo dispositivo si può acquistare in modo esclusivo su questo indirizzo internet. Il prezzo è di 199 dollari ai quali, volendo, vanno aggiunti altri 179 dollari per il congegno Lockitron riguardante la parte meccanica di cui sopra (per fare spedizioni al di fuori dagli Stati Uniti, vanno aggiunti altri 20 dollari).