il blog dedicato ai sistemi di videosorveglianza e antifurto

Videocamere di sorveglianza: quale ottica Varifocal mi serve?

Videocamere di sorveglianza: quale ottica Varifocal mi serve? 4.50/5 (90.00%) 2 voti

Ciò che distingue gli obiettivi delle videocamere di sicurezza Varifocal da quelli Fixed è l’opportunità di poter migliorare l’angolazione della ripresa anche in caso di errato montaggio della videocamera stessa. Quindi nel caso in cui volessi optare per un obiettivo di questo tipo, quale dovrei scegliere?
Per ogni obiettivo troviamo una coppia di valori, espressi in millimetri, che stanno a significare nient’altro che l’apertura minima e massima che si può applicare. Più piccolo è il valore minore e (nel caso in cui impostassimo l’apertura dell’obiettivo su quest’ultimo) maggiore sarà l’area ripresa dalla telecamera.
Al contrario, impostando l’apertura dell’obiettivo sul valore più alto tra i due che ci sono stati espressi, l’area coperta sarà minore ma con una qualità del dettaglio maggiore.
Perchè la qualità del dettaglio varia a seconda dell’apertura dell’obiettivo? La risposta a questa domanda è molto semplice: quando avremo zoomato al massimo con la nostra telecamera, la densità di pixel per area coperta sarà molto maggiore rispetto a quella che si avrà riducendo al minimo lo zoom. Da questo ne deriva il livello dei dettagli della nostra immagine.Chiaro il concetto? Bene! Ora non ci resta che analizzare nel dettaglio tre tipologie di obiettivi Varifocal per capire quale di questi fa al caso nostro!

2,8-12mm:Questo obiettivo ci permette di tenere sott’occhio una vasta area. Impostando al minimo l’apertura dell’obiettivo avremo una vista grandangolare sull’intera area che abbiamo scelto di mettere in sicurezza.
Non fa drizzare i capelli, però, la qualità del dettaglio che questa intera visuale può offrirci.
Si consiglia quindi questo tipo di obiettivo solo nel caso in cui volessimo coprire una vasta area (ad esempio il giardino sul retro della nostra casa) senza preoccuparci troppo dei particolari visivi.

9-22mm:

Con quest’obiettivo ci è possibile coprire un’area non troppo vasta, riuscendo però a catturare dettagli che con altri obiettivi non riusciremmo a cogliere. Opteremo per un obiettivo con questi valori di apertura nel caso in cui volessimo tenere sott’occhio ad esempio il cancello di casa, riuscendo a catturare nel dettaglio il viso di qualche malintenzionato o la targa di un’automobile sospetta.

5-50mm:
Si tratta dell’obiettivo più versatile tra i tre elencati. Ci permette sia di avere una vasta visuale di un’area che arrivare a zoomare una piccola area in particolare. Si consiglia questo obiettivo a chi ha bisogno di prendere due piccioni con una fava e ha bisogno di entrambi gli utilizzi da una particolare posizione. Non si arriva però al livello della visione grandangolare che ci fonisce un obiettivo 2.8-12mm. Lo zoom massimo supera quello dell’obiettivo 9-22mm.

Previous

Accessori videosorveglianza

Next

La videosorveglianza nei condomini

1 Comment

  1. vanessa

    bè per una casa di dimensioni medie credo che l’obiettivo giusto sia il 9-22mm

Lascia un commento

Privacy, cookie policy e conformità GDPR

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén