Telecamere videosorveglianza infrarossi: cosa sapere 4.00/5 (80.00%) 6 voti

Gli impianti di videosorveglianza ad infrarossi, grazie all’evoluzione che ha avuto la tecnologia nel corso degli ultimi anni, rappresentano un’eccellente soluzione per avere sotto controllo qualsiasi tipo di ambiente, sia interno che sterno, dalle case alle zone pubbliche fino ai giardini o ai parcheggi.

Questo tipo di telecamere ad infrarossi sono l’ideale quando vi è la necessità di controllare un’area nella quale la luce scarseggia: grazie al led si può riprodurre un fascio di luce a infrarossi che viene intercettato dalla videocamera e dal CCD e consente all’apparecchio di funzionare in maniera perfetta. In tal modo, anche quando non c’è luce, le telecamere ad infrarossi sono capaci di riprendere le immagini come se fosse pieno giorno.

La scelta di un sistema di videosorveglianza idoneo cambia in base al Lux, ossia l’unità di misura della luminosità: questo specifico valore varia molto in base alla collocazione che si sceglie per la telecamera. Quando si acquista il dispositivo, infatti, bisogna controllare che possieda la funzione “day and night”: solo così le telecamere ad infrarossi, durante la notte, riescono a riprendere in maniera chiara ottenendo il massimo rendimento con la modalità in bianco e nero.

Per quanto concerne la posizione, risulta basilare che la telecamera non venga collocata in un area con luce diretta, in quanto potrebbe verificarsi il fenomento dell’abbagliamento. Qui entrano in gioco i led, i quali si attivano automaticamente proprio perché i sensori percepiscono la poca luminosità e provvedono all’avvio degli illuminatori. È importante sottolineare che questi apparecchi non devono, però, essere collocati di fronte la telecamera di videosorveglianza ad infrarossi, in quanto i filmati potrebbero avere una bassa qualità delle immagini.

I modelli led di ultima generazione risultano efficaci grazie al lungo raggio, soprattutto nelle vaste aree esterne: i più performanti sono caratterizzati da illuminatori con fasci che possono arrivare fino ai 40 metri, per non parlare poi dell’aspetto privacy: questi sistemi ad infrarossi, infatti, permettono di essere impostati in maniera tale da riprendere solo la zona che si vuole lasciando oscure altre aree. Se si parla di ambiente esterno, è importante comprare dispositivi a tenuta stagna, perfetti contro le perturbazioni e l’umidità o la nebbia, garantendo sempre immagini nitide.

Parlando di prezzi, tendenzialmente questo tipo di videosorveglianza a infrarossi risulta più costosa rispetto ad altre; resta il fatto però che la resa finale renderà super soddisfatto l’utente. Di videocamere ad infrarossi ce ne sono di ogni prezzo e per tutte le sfaccettate esigenze del cliente. Come per qualsiasi impianto di videosorveglianza, è bene sapere che anche per questo tipo di telecamere va fatta la comunicazione agli organi di Polizia Stradale, soprattutto se le riprese avvengono in una via pubblica.

È giusto sottolineare anche che determinati dispositivi vanno sempre posizionati in aree idonee dove la visione non risulti limitata o deviata da alcunché (una ogni due o tre metri). Sicuramente, la mediazione di un tecnico specializzato ed esperto nel settore ci aiuterà a capire il giusto contesto in cui posizionare le telecamere, così da non dover fare successivamente modifiche difficili o dispendiose.