il blog dedicato ai sistemi di videosorveglianza e antifurto

Come internet ha migliorato la videosorveglianza

Internet ha modificato il mondo, la nostra vita e il concetto di videosorveglianza; con il suo avvento la videosorveglianza si è modernizzata ed è diventata molto più sicura, grazie alla possibilità che si dà all’utente di controllare la situazione in tempo reale da un computer, da uno smartphone o da un tablet.

Affinché tutto questo sia possibile, però, c’è bisogno di un software valido e di una connessione veloce e in grado di sostenere il monitoraggio 24 ore al giorno. Oggi, i sistemi di videosorveglianza migliori sono quelli che si servono di telecamere posizionate in maniera strategica, di software specifici e di una connessione ADSL; grazie a tutto questo controllare la propria abitazione o l’attività commerciale è facile e lo si può fare anche da remoto, senza per forza essere lì.

Internet ha anche reso la viseosorveglianza più economica e alla portata di tutti, se anni fa i sistemi di videosorveglianza erano esclusivi delle banche o delle grandi aziende, oggi anche i privati possono permettersene uno. I sistemi di videosorveglianza per le abitazioni sono elementari, ma non per questo meno sicuri di quelli sofisticati con le telecamere a circuito chiuso.

Ma di cosa ha bisogno un sistema di videosorveglianza che usa internet? Innanzitutto necessita di un computer o di un tablet, di webcam e di un software di videosorveglianza affidabile (è possibile acquistare il software più adatto alle proprie esigenze, ce ne sono con caratteristiche e prezzi differenti). Bastano queste tre cose per sorvegliare una casa, un ufficio o un negozio 24 ore al giorno in tutta sicurezza.

Le webcam meritano un approfondimento in quanto sono i componenti preposti al rilevamento di eventuali movimenti, quindi i più importanti e delicati: se in casa ci sono animali domestici è normale che ci siano movimenti davanti alle webcam, ma se non è così allora vuol dire che in casa c’è un intruso. Grazie all’innovazione nel settore è possibile programmare le webcam e il sistema di videosorveglianza affinché scattino avvisi che ci avvisano di quanto sta accadendo.

Gli avvisi arrivano su un indirizzo mail pre-impostato e, di solito, contengono uno snapshot, ossia un frame dell’immagine d’interesse. Ma lo snapshot non è l’unico avviso possibile, si può decidere di ricevere un video o un allarme sonoro a seconda delle proprie esigenze. Ovviamente internet permette di fare un controllo anche quando non sta accadendo nulla: è sufficiente collegarsi alla webcam d’interesse e controllare la situazione in tempo reale.

La connessione internet, però, deve essere particolarmente buona (si raccomanda sempre un’ADSL) perché altrimenti si creano dei buchi nelle riprese che rendono praticamente inutile l’intero sistema.

Come internet ha migliorato la videosorveglianza 3.50/5 (70.00%) 6 voti

Previous

I vantaggi di un DVR

Next

Vantaggi e prezzi delle telecamere IP

2 Comments

  1. Valentino

    Come si fa per registrare giorno e notte?

  2. Paolo

    ciao, esistono registratori creati proprio per questo utilizzo; hanno una memoria molto capiente e registrano h24. ce ne sono di vari marchi e modelli. Possono registrare le immagini di 16 telecamere contemporaneamente.

Lascia un commento

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén