La videosorveglianza IP raggruppa tutti quei sistemi di sicurezza che permettono agli utenti di monitorare un’area e registrare i video ottenuti su appositi DVR, su rete LAN o su internet. Per realizzare un simile impianto sono necessari un set di telecamere, un software, una connessione a internet con un router e un computer.

Un impianto di videosorveglianza IP ha molti vantaggi rispetto alla telesorveglianza analogica: le telecamere IP sono più flessibili, in quanto possono essere montate e smontate con facilità data l’assenza di cavi, e hanno una risoluzione maggiore.

Realizzare un sistema di videosorveglianza IP vuol dire realizzare un sistema flessibile con l’ausilio di un solo cavo, mentre nei sistemi analogici i cavi necessari sono tanti, da quello dedicato all’alimentazione a quello per la trasmissione dei dati, che rendono un eventuale spostamento dei dispositivi quasi impossibile.

Le telecamere IP, invece, possono essere del tipo wireless o POE – Power over Ethernet – entrambe flessibili e funzionali. Solitamente, una rete wireless ha telecamere in cui l’alimentazione elettrica, i video e la connessione a internet “viaggiano” senza l’ausilio di nessun cavo, è necessario però che il sistema sia installato da professionisti che ne sappiano ridurre al minimo le problematiche, mentre le telecamere POE si servono di un cavo ethernet per connettersi alla rete internet.

I vantaggi di questo sistema di videosorveglianza non si esauriscono con quanto detto sopra, ad esempio, il controllo da remoto delle immagini o la gestione del sistema tramite internet agevolano chi è spesso fuori casa.

Videosorveglianza IP – Perché è utile? 3.50/5 (70.00%) 6 voti